domenica 14 dicembre 2008

cosa ci spinge all'attesa di un nuovo calore?

un tempo avrei lanciato stelle in mare per un solo momento.
ma ora?
tra alcolici
pesci rossi e lenzuola
un giorno imparerò attraverso sguardi che ancora non so.
così piccola in una realtà incipriata di tela
puoi amarmi?
no,a te non lo permetto più
voglio un pensiero capace di colmare i miei ideali,
che sappia circondare anche con la passione ogni mio pensiero,
ogni mia fortezza..
foglie dorate
pensieri cristallizzati
che riflettono il passato interrogandosi
sul quando
un espressione simile sarebbe stata capace
di emozionarmi
di emozionarti


ci sono pensieri veri che,ho scoperto,
la gente non sa condividere.
dolori psicomatici(?) sociali
incapaci di comprendersi
consumati dal consumo stesso
che li imprigiona
tracciando sterco di stereotipi troppo facili e banali.
ma qualcuno c'è
solo vorrei fossimo di più capaci di guardarci negli occhi e trasmetterci la vita.


la mia vita è nelle mie tasche
ed il mio corpo
è la scatola per i tuoi pensieri.
di quello che pensi ne farò aquiloni
mi scrivo sulla pelle
la storia
con nomi sconosciuti mi dipingo il tempo.

rotolo insieme al riso in silos di sogni
dove annego e cresco come una quercia
in mezzo al grano.

una nuvola notturna mi avvolge
non riesco a respirare
il cielo non è nuovo
è un mostro il futuro che così pieno di e ansioso desidera inghiottirmi
è linciarmi di superficialità.
un suono che mi dà al tempo come una luna che mi programma l'esistenza


pensi in mezzo al traffico
che tu lo conosci da sempre
pensi
i nostri occhi si conoscevano da sempre
non ho sentito il tuo odore a pochi centimetri dalla tua pelle perchè
fa parte della mia storia.
e non manca il respiro,
non è quel rubinetto che sgocciola segnando insistentemente il tempo,
una forza tale da catturarci gli occhi
non emozione fuggitiva

ma energia che copre le parole

2 commenti:

Samuel ha detto...

Belle parole, i tuoi occhi però, trasmettono molto di più, e difficile trovare persone vere, sono molte di più quelle che vogliono dimostrare, che vogliono apparire. . . non ho avuto il tempo di conoscerti, ma possiedi qualcosa che forse il tuo sguardo fa trasparire, preservalo dalle negatività della vita. Samuel

Samuel ha detto...

Grazie per il commento, e mi fa piacere che il tuo desiderio si sia avverato, magari mi faccio lasciare il tuo numero da Sbavo e quando sono a Bolo ti chiamo ok ?
un bacio