domenica 3 agosto 2008

scivolando tra le mie dita

sono stufa di stancarmi sempre delle situazioni che mi precipitano addosso.
sono davvero così sola infondo?
facile sorridere
dio,se tu vedessi come sto ora
stanca
di pensare continuamente a tornare indietro
la cosa peggiore,consapevole
ci sono istanti in cui non riesco a pensare a cose nuove
non vorrei più piangere le lacrime
invisibili,
pungenti dei ricordi
che ogni tanto mi urlano alle spalle
se cerco di nasconderli
per non pensare più.
ma realmente,
realmente ho solo specchi che riflettono il passato in questi momenti,
e non mi permettono di guardami a fondo.
davvero vorrei
in momenti come questo
avere solo vetri per poter guardare oltre.
ed andarmene
sola
davvero risolverà qualcosa?
fuggire dal dolore
mi aiuterà a superarlo?
fare i conti solo con me stessa
mi aiuterà almeno un pò
a risolvere problemi così profondi,
per imparare a stare davvero bene con me?
ed allora,
riuscirò a stare bene con tutto il resto?

e ancora
forse non è scappando dall'amore
che questo si polverizza,
forse.
Cerco
la mia voglia di novità in ogni frazione di respiro
dov'è?
perchè ci nascondiamo così tante cose di noi stessi?
perchè a volte siamo così bravi a farci del male?


ho sentito una canzone che mi diceva
"l'amore con l'amore si paga"

e alla fine,
mi chiedo
saremo di nuovo tutti qua
a ridere di noi?

1 commento:

manuela ha detto...

direi proprio che il tuo talento letterario non deve restare in ombra.....rendi più visibili i tuoi scritti.....
(hai preso proprio qualcosa di bello dalla tua mamma)